Ordina online, ritira e paga nel tuo punto vendita di fiducia. SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA

|
|
|

Acido Folico in gravidanza: tutto quello che devi sapere

acido folico in gravidanza

La dolce attesa e la ricerca di una gravidanza sono dei momenti particolari nella vita di ogni donna. Già dai primi attimi è fondamentale cominciare a prendersi cura del proprio corpo, in modo da prepararlo ad accogliere una nuova vita. Assumere acido folico in gravidanza ha proprio questa funzione: protegge e favorisce il sano sviluppo del feto. 

Che cos’è l’acido folico e perché è così importante?

L’acido folico è una vitamina idrosolubile (vitamina B9) che non si accumula nell’organismo: per questo motivo deve essere assunto regolarmente attraverso l’alimentazione o integratori

L’acido folico entra in gioco nella produzione di nuove cellule e, in particolare, nei processi di proliferazione e differenziazione dei tessuti come la fase di sviluppo dell’embrione. Inoltre, è essenziale per la formazione dell’emoglobina e per la sintesi del DNA e delle proteine. 

Il suo utilizzo è raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità da un mese prima del concepimento al terzo mese di gravidanza per prevenire malformazioni congenite

I rischi della carenza di acido folico sono molteplici: gli studi scientifici evidenziano che una carenza nelle prime fasi della gravidanza aumenta il rischio di difetti del tubo neurale come la spina bifida o l’anencefalia e problemi alla gestazione stessa come il ritardo nella crescita intrauterina e un parto prematuro. Per questo è essenziale correre ai ripari e cominciare già in fase di programmazione della gravidanza a far fronte al fabbisogno di questa importante vitamina partecipe nella creazione di una nuova vita.

Dove si trova l’acido folico?

L’acido folico è presente in alimenti come i cereali, la lattuga, i broccoli, gli spinaci, gli asparagi, nel fegato, nel latte e in alcuni frutti come le arance, i kiwi e i limoni. Tuttavia, nonostante la presenza in particolari alimenti, la quantità che si potrebbe assumere con una dieta specifica non è sufficiente per soddisfare il fabbisogno di una donna in dolce attesa

Il fabbisogno giornaliero di acido folico è normalmente di circa 0,4 mg al giorno. Durante la gravidanza le future mamme ne devono assumere di più perché il feto tende ad assorbire le riserve materne. Per questo motivo è necessario seguire un’alimentazione sana e bilanciata, aiutandosi al contempo con l’assunzione di integratori di acido folico in modo tale da arrivare a coprire la dose raccomandata di 0,6 mg/die (in gravidanza o durante la ricerca del concepimento) e di 0,5 mg/die durante l’allattamento.

Acido folico: non solo in gravidanza!

L’acido folico è essenziale durante la gravidanza, ma non solo. La sola alimentazione non basta per assumerne il fabbisogno quotidiano. La cottura degli alimenti può essere, inoltre, un ostacolo: il calore può far degradare questa vitamina tanto preziosa, ma anche termolabile.

Per questo motivo, nella vita di tutti i giorni è necessario perfezionare il dosaggio di acido folico con degli integratori anche se non si sta aspettando un bambino o se il concepimento non è in programma. La vitamina B9 è amica del cuore, aiuta la circolazione del sangue, la coagulazione, la formazione dei globuli rossi e il trasporto di nutrimento e ossigeno ai muscoli. 

È fondamentale quindi per la salute cardiovascolare, per prevenire il rischio di infarti e ictus e anemia.

Carrello